21km - la distanza

giovedì 10 maggio 2018 - ore 9:18 PM

Scampoli

In un giovedì di sosta del Corrigiuriati il proposito di mettere qualche chilometro alternando 800m forti a 400 di recupero naufraga subito nella mancanza di capacità di sopportare la corsa continua.
La cura è sempre la solita, uno dei miei pilastri fondatori: ripetute brevi, massimo 300m.
Dopo un po' di riscaldamento parto in 63", poi scendo velocemente anche grazie ad Ale che si unisce e spesso tira gli ultimi 150m.
Riesco così a correrne 10 e, mentre defatichiamo, raggiungiamo Cantù in recupero su 600m campestri. La stanca follia mi porta ad accompagnarlo per l'ultimo. Divertente seguirlo, così esce un 2.07 sui 610 sterrati, a fine allenamento, scampoli di qualità.

62, 61, 59, 58, 59, 58, 57, 56, 57, 56,

Etichette: , ,

domenica 6 maggio 2018 - ore 11:25 PM

Gattile

L'ora che tanto mi spaventa la anticipo oggi, calda mattina di Maggio.
Provo il Giro del Gattile, che rimisuro in circa 1800m; fondo vario, tra asfalto, sterrato e sassetti, mosso il giusto, per quando avrò le gambe.
Per ora ci corro a 4.25/km (7.50 alla volta) ma dopo mezz'ora sono già in ebollizione. Lascio il parco al minuto 47, ormai in totale bambola.
Arrivo a casa dopo 61' totali, trascinandomi per le vie di Città Studi senza mollare; volontà da pescare nei miei bassifondi, pensando a chi sta peggio, ovvero la SPAL in attesa del Benevento e moi, tra 7 giorni, allo scoccare della Mezzanotte.

http://www.gmap-pedometer.com/?r=7236938

Etichette: ,

giovedì 26 aprile 2018 - ore 10:59 PM

Immortatalato dal Castelli

Nel giorno del 1500 del Corrigiuriati arrivo tardi e pure volontariamente, per non cadere nella trappola di mettermi in gioco a freddo invece di fare quakcosa di più costruttivo.
Lancio giusto 50m della partenza e poi corricchio a lato godendomi la gara, vinta in 4.51 del Vignaiuolo.
Stanco della corsetta provo qualche 300, partendo da 66 e scendendo già al terzo a 60-61, tempo che tengo fino all'ottavo. fatica non estrema, ma correre sotto ai 3.20 sembra una barriera insormontabile.

Etichette: , ,

lunedì 23 aprile 2018 - ore 11:30 PM

Non ne ho

Una mezz'oretta per dare un minimo di continuità alla ripresa di giovedì scorso.
Include 10 giri di campestre, circa 6100m in 26.25, in progressione.
Considerando i dolori che ha lasciato il 3000 a freddo di giovedì scorso, un passettino in avanti.
Certo che la corsa sciolta è un'altra cosa.

Etichette:

sabato 21 aprile 2018 - ore 10:30 PM

Anfibi

Il Nenne si sveglia e di colpo vorrebbe andare alla gare interscolastiche. Essendo che stanno per iniziare, ci facciamo una spremuta, una bella colazione, ce ne andiamo a riprendere confidenza con la piscina e rimandiamo al pomeriggio.
Nuoto con calma, fermandomi ogni 100m, totale di 500. Terrore di risentire male.
Per fortuna non accade e, dopo pranzo e un'occhiata allo spettacolo del Mazza, ce ne andiamo al Giuriati alle 5, a campo quasi vuoto.
I lavori di un triplista ostacolista ci fermano a guardare, poi tocca al Nenne. Primi alti timidi ma poi lo stile esce fuori, 2.70 circa sono un promettente inizio.
Ah prima ci eravamo fatti insieme un 6000 campestre di riscaldamento.
Eh, e dopo ci siam fatti una bell'oretta di monopattino.

Etichette: ,

giovedì 19 aprile 2018 - ore 10:30 PM

Il Rientro

Embe' dopo 20 giorni mi ributto.
Da 2-3 giorni la schiena non manda più allarmi.
Vado al Giuriati ripromettendomi di correre mezz'oretta senza cadere nelle tentazioni dei tentatori ma commetto l'errore di presentarmi alle 18.58, giusto in tempo per essere convinto da Alessandro, reduce da un bel 3.25 alla Merdathon.
Parto con un solo giro di riscaldamento per correre a 5/km. Con sua moglie (3.29, una dura). Dopo 400m chiacchierando lei rimane indietro e io mi presento al 1000 in un dignitoso 4.15. Proseguo e chiudo il 3000 in 12.24, senza mai spingere ma con le gambe da subito sensibilmente molli.
Poi un altra ventina di minuti di campestre con Alessandro e figlia ragazzina, sui 4.50.

Etichette: , ,

domenica 15 aprile 2018 - ore 10:00 PM

Sauvage

Uscita in bc con la nuova maglia della Pelforth–Sauvage–Lejeune, Team attivo dal 1960 al 1968.
Corelli, Idroscalo, Castello di Peschiera e poi casa, passando per la salita del Ponte degli specchietti e per la Casa dell'acqua di Segrate.
Sono 30km a 24 di media, un po' meno veloce di quanto fatto l'estate scorsa ma anche meno spinta.

Etichette:

sabato 31 marzo 2018 - ore 9:31 PM

Combat

Dopo 6 giorni di convivenza con il mal di schiena, che dà il peggio di sè quando mi devo alzare dopo almeno mezz'ora in posizione seduta, provo a santificare la pasqua e il mio starsolo a Milano.
Sabato e fortunatamente il Giuriati non è chiuso con la scusa del prefestivo. Ci vado in bc per terrore di correre sull'asfalto.
Il primo approccio con la pista è drammatico: mi devo trascinare cercando di stare radente a circa 2.10 al giro; oltre alla schiena ho il soleo interno di una gamba che manda un dolore inatteso, immagino figlio di una settimana a camminare storto e scomposto. Mi fermo anche per togliermi qualche pezzo, che sta arrivando finalmente la primavera (eh...). Riparto; mi metto in prima che tanto sono solo io e dopo un giro indolore attacco il crono tanto per darmi un tono. Primo giro finalmente in 1.59, costruisco un obiettivo di 5, anzi 6km, provare la mezz'ora. Per fortuna andando ingrano, la schiena è lì che non è proprio felice ma non manda segnali di stop, così che la velocità naturalmente aumenta un po' e chiudo in 28.24.
Sono stato circa 40' sulle gambe.

Etichette: , ,

domenica 25 marzo 2018 - ore 9:25 PM

Strascurato

La mattina sbagliata.
voglia di andare a veder passare la Stramilano, di non perdere il treno dell'uscita domenicale, di dedicare il pomeriggio alla bc di un figlio.
Così vado. leggerino, senza proteggere la schiena dalle folate di vento e forse nemmno la colonna dagli impatti, che il Boost un giorno sapremo se più bene o male.
E pensare che arrivato alle mura spagnole per farmi qualche km di percorso prima delle moto, sembra buttare bene, un fiume di incontri. Prima un pensionato che prepara il passatore, poi Caraceni contromano che si fa il suo giretto da 87enne, infine il Velocista del Monga che si prepara ad aspettare gli africani.
A 30' da casa sono in Porta Romana, km 10 della gara; caracollo per una ventina di minuti facendo pure qualche lieve balzo ma pur sempre balzo, chissà poi perché.
Arrivano i corridori, saltello sul posto (e ci mancava) rientro lentamente contromano sul marciapiede.
Torno a casa velocino, per scaldarmi, 23' anche abbastanza esaltanti.
Dopo la doccia e 10' seduti alla scrivania, un'agonia alzarsi. Lombi andati.
Chissà se il nuoto d'avventura del giorno prima, mah.
Uomo di parola, 20km su cancello con il Nenne per Forlanini, gattile e Ponte Lambro.

Etichette: ,

sabato 24 marzo 2018 - ore 9:30 PM

Vasche #5

Sono 1050m di fila, con la solita alternanza tra rana, dorso e un po' più di stile oooh.

Etichette: